Aumentare la Pressione della Caldaia Baxi

problematiche
come aumentare pressione caldaia Baxi

Ogni impianto per acqua calda e riscaldamento domestico funziona se la pressione caldaia è corretta. Riprendendo il caso di un cliente che non riusciva ad aumentare la pressione della caldaia Baxi vi forniamo indicazioni utili a capire cosa accade quando si hanno scompensi di pressione sull’impianto.

Pressione caldaia Baxi: aumentarla o abbassarla?

come regola generale sempre valida, nel caso di impianti domestici in appartamenti e abitazione di normale metratura, è che la pressione della caldaia, espressa in Bar sul barometro, o sul display digitale, sia compresa tra 1,5 e massimo 2 BarQuando la caldaia subisce problemi che interessano la linea di distribuzione idrica e la sua pressione varia, in eccesso o in difetto, la vostra Baxi può avere ripercussioni nel funzionamento e addirittura bloccarsi. La sintomatologia tipica di un problema alla pressione della caldaia vede un calo della quantità di acqua calda erogata e blocchi sporadici.

Un nostro intervento dal cliente per aumentare la pressione

La chiamata ricevuta dal nostro centro assistenza a Roma denunciava difficoltà ad aumentare la pressione della caldaia Baxi. Obiettivo di Michele, tecnico esperto, è stato quello di verificare una caldaia Baxi Luna che subiva il  blocco caldaia, inizialmente sporadico, poi sempre più frequente.

Inoltre ci era stato segnalato che la Baxi metteva il cliente in forte difficoltà nel caricamento dell’acqua tramite il rubinetto che risultava semi-bloccato

Dopo accurata diagnosi Michele aveva quindi riscontrato che la caldaia aveva innanzitutto il rubinetto di carico bloccato, quindi da sostituire, ma anche che il ridotto afflusso di acqua era collegato con la forte presenza di calcare addirittura a livello della valvola a tre vie. La baxi venne rimessa in funzione con la sostituzione delle due componenti.

Il caso è utile per comprendere come la pressione della caldaia, oltre ad essere interessata dalla funzionalità del rubinetto di carico, in questo caso era ridotta anche da un ridotto flusso legato alla valvola. Il calcare bloccava il meccanismo interno del componente che, soprattutto quando era richiesta acqua calda dai rubinetti, deviava erroneamente anche acqua calda verso la linea dei riscaldamenti.

Potrebbero interessarti anche:

Menu